sabato 9 gennaio 2010

io sono clandestina

Mi vergogno di essere italiana.


Mi vergogno di questo paesucolo ignorante, bigotto, razzista, gretto, chiuso, berlusconiano, taccagno, spendaccione, impietoso coi poveracci e indulgente coi delinquenti.


Mi vergogno di questo paese piccolopiccolo, di questa gente senza palle, senz'anima, senza virtù.


Mi fa schifo quello che mi succede intorno.


Hanno corrotto tutto, anche la bellezza che un tempo forse c'era.


E adesso, che si anneghi nella melma!


E' tutto ciò che ci meritiamo.















(la polizia dovrebbe proteggere gli extracomunitari, non mandarli via. E almeno loro possono andar via senza vergogna...)

2 commenti:

Meg ha detto...

grazie per esser passata da me.. ^^ per le ricette:fai pure :D :D un bacione ciaoooo!

Boh ha detto...

Non mi vergognerò mai di esser un italiano, mi posso vergognare di qualche italiano.
Siamo una nazione non nazione, separata per cultura e storia ... ma sempre un gran popolino.